OFFERTA GUIDA ALL'USO DEL CAMPER NUOVISSIMO SERVIZIO € 50,00 chiedete informazioni

OFFERTA GUIDA ALL'USO DEL CAMPER NUOVISSIMO SERVIZIO € 50,00 chiedete informazioni

Notizie utili da conoscere quando si noleggia o si acquista un camper anche se non lo avete acquistato da noi

IN COSA CONSISTE IL SERVIZIO,SE ACQUISTATE O DOVETE ANCORA ACQUISTARE UN CAMPER POTETE FARLO PERIZIARE PER QUANTO RIGURDA LO STATO DI SALUTE DELLE VARIE UTENZE,CELLULA E TUTTO QUELLO CHE POTRESTE TROVARE CHE NON VA NEL CAMPER CHE DOVETE ACQUISTARE,QUINDI PRIMA DI ACQUISTARE E UNA GRANDE SICUREZZAPRIMA DI PORTARE A CASA UN CAMPER CON GRANDI PROBLEMI ,CON SOLI € 50,00 ACQUISTERETE IN TUTTA SICUREZZA ANCHE DA UN PRIVATO.

VI ABBIAMO ALLEGATO ANCHE LE VARIE CLAUSULE DI QUANDO NOLEGGERETE UN CAMPER SENZA DOVER TROVARE SORPRESE.













Patti chiari…

Decidere di partire senza dover rinunciare alle proprie piccole abitudini, senza vincoli di prenotazioni e bagagli né limitazioni di itinerario: con un camper a noleggio si può. E per viaggiare tranquilli, vediamo le relative formalità e gli accorgimenti d’uso.

Consegna e riconsegna
- Alla consegna, il cliente dovrà accertare il perfetto ordine del mezzo e l’efficienza dei componenti tecnici, e far annotare gli eventuali danni visibili (ammaccature alla scocca, lacerazioni ai pneumatici);
- Alla riconsegna, il veicolo dovrà risultare ben pulito, in ordine, e con i serbatoi di recupero svuotati.
In caso di ritardo nella riconsegna, occorre contattare subito il noleggiatore per evitare le penalità contrattuali.

Cosa è compreso
- E’ incluso tutto quanto abilita il veicolo a circolare e a funzionare.

Tariffe e servizi
Le tariffe variano a seconda:
- del tipo di veicolo (meccanica e dimensioni/livello abitacolo)
- della stagione (dalla bassa all’alta, natalizia e pasquale, lunghi ponti)
- della durata del noleggio
- della formula a percorrenza giornaliera limitata o meno.

Pagamenti e deposito cauzionale
- L’anticipo all’atto della prenotazione è seguito dal saldo della quota alla partenza.
- In caso di rinuncia, l’ammontare dell’anticipo andrà perduto in parte o del tutto, a seconda dei giorni che separano dalla partenza.
- Viene altresì richiesto un deposito cauzionale, che di norma copre la franchigia dell’assicurazione furto, incendio e Kasko.

Le assicurazioni
Il veicolo deve (o, per le voci facoltative, può) essere dotato di:
- RCA, assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile (inclusi familiari e trasportati): è bene farsi specificare i massimali, insieme alle coperture previste da quella facoltativa per furto e incendio.
- Carta Verde, indispensabile per recarsi nei paesi extracomunitari.
- assicurazione Kasko (consigliata) a copertura totale dei danni causati dal conducente stesso (chiarire l’ammontare della franchigia).
- estensione della copertura assicurativa al bagaglio (prevista in taluni casi) ed eliminazione della franchigia della kasko con un piccolo versamento a fondo perduto.
Incidenti e guasti
 In caso d’interruzione del viaggio per incidente o guasto:
- l’utente provvederà a compilare l’eventuale modulo di constatazione amichevole dei danni e a far trainare in una sede appropriata il mezzo, informandone immediatamente la ditta noleggiatrice
- per i piccoli interventi basterà l’assenso telefonico della ditta stessa, cui andranno consegnati a fine viaggio fattura e pezzo sostituito per il rimborso.

Conducente e passeggeri
Di norma:
- non viene affidato un veicolo in nolo ai minori di 21 anni.
- la guida non può essere affidata a persone diverse da quelle indicate nella copia del contratto, da tenere a bordo insieme all’Autorizzazione a Condurre.
- il numero delle persone trasportate non deve superare quello indicato nel libretto di circolazione, e non è consentito trasportare persone o cose dietro compenso.
- l’utente risponderà in proprio delle eventuali violazioni al Codice della Strada.

Qualche verifica utile
Diffidare dai noleggi “selvaggi” effettuati da privati, o anche da centri commerciali che potrebbero noleggiare veicoli non abilitati. Per cautelarsi, un controllo al libretto di circolazione ci dirà:
- se il veicolo sia di proprietà della ditta noleggiatrice (vi saranno riportati gli estremi della licenza)
- se sia stato immatricolato per lo specifico “uso di terzi da locare senza conducente”, o comunque sia stato sottoposto a visita da parte della locale Motorizzazione Civile per accertarne la rispondenza a tale uso.
I contratti assicurativi devono esplicitamente riferirsi all’uso di noleggio.

Sì, viaggiare…
Dimensioni e funzioni diverse da una normale auto richiedono accorgimenti specifici per la guida di un veicolo quale il camper, col quale peraltro si acquista rapidamente dimestichezza.
Tipo di meccanica
- L’assetto automobilistico delle recenti meccaniche mette rapidamente a proprio agio anche con i veicoli più grandi; a facilitare la guida sono le attuali qualità tecniche e l’alto livello di dotazioni che offrono grande sicurezza e facilità di disimpegno in ogni situazione.
Comportamento su strada
- Le dimensioni del v.r. necessitano di un breve periodo d’adattamento alla guida e alle manovre, avvalendosi dell’aiuto dell’equipaggio:
- spazi di frenata e distanza di sicurezza sono maggiori.
- la pronunciata massa sconsiglia serpeggiamenti o velocità sostenuta in curva.
- evitare rallentamenti al traffico, agevolando il sorpasso e segnalando con l’indicatore destro la via libera.
- fare molta attenzione negli innesti laterali, la visibilità soprattutto sul lato destro è limitata.
- l’ingombro richiede attenzione al vento laterale e allo schiaffo dei Tir in sorpasso.
- l’accentuata coda suggerisce l’aiuto di un membro dell’equipaggio nelle manovre, e prudenza nell’impegnare le rampe.
- se presente, il portabici crea un ingombro difficilmente controllabile nelle manovre di retromarcia.
- rami sporgenti o balconcini di abitazioni dei piccoli borghi richiedono una sempre vigile attenzione all’altezza del veicolo.
- l’autostrada è ideale per il primo approccio di guida, perché consente una velocità costante senza traffico in senso contrario o ostacoli prossimi alla carreggiata: nel sorpassare e rientrare non vanno però dimenticati i tempi di accelerazione più lenti e la maggior lunghezza del mezzo.
- nelle lunghe discese un’andatura costante con una marcia più bassa evita di ritrovarsi abbandonati dai freni surriscaldati.
Cinture di sicurezza
- Al pari delle automobili è obbligatorio allacciare le cinture di sicurezza per tutti i posti viaggio.

Limiti di velocità
- Il Codice della Strada riserva alle autocaravan gli stessi limiti di velocità consentiti alle altre categorie di veicoli:
- 130 km/h sulle autostrade
- 110 km/h sulle strade extraurbane principali, 90 km/h sulle extraurbane secondarie.
- 50 km/h nei centri abitati, salvo l’elevazione (indicata) fino a 70 km/h per le strade a scorrimento veloce.
- i veicoli di lunghezza superiore ai 7 metri non possono superare i 110 km/h e non possono occupare la terza corsia autostradale.

Da ricordare
- nei paesi esteri che ne ammettono l’ingresso, gli animali devono essere accompagnati dalle certificazioni richieste. Da escludere tassativamente ogni tentativo di occultarli onde sottrarli alla quarantena, dove è obbligatoria.
- una mela mangiata a morsi evita a volte il mal d’auto; una gomma o una caramella aiutano ad allontanare la sonnolenza, il cui unico rimedio resta tuttavia il riposo.
- non esitate ad imboccare itinerari alternativi, che possono serbare piacevoli sorprese.
- se un insetto fa irruzione nel veicolo, non agitatevi: è preferibile scacciarlo dopo essersi fermati.
- se vi sono bambini a bordo, preventivare frequenti soste. Utili giochi e passatempi praticabili in marcia, in vendita anche nelle versioni tascabili.

Viaggiare attrezzati
Solo parte delle attrezzature necessarie alla vita di bordo costituiscono la dotazione di serie del veicolo in noleggio: occorre pertanto provvedervi in proprio prima della partenza, con l’aiuto del seguente elenco.
- Liquidi chimici per wc e acque grigie, il pieno del gas, lampadine e fusibili di scorta, cric.
- estintore, cavo elettrico con adattatori per le colonnine di campeggi, catene per l’uso invernale.
- per dormire: sacchi letto e cuscini.
- per mangiare: un set di pentole (compresa una pentola a pressione) caffettiera, pinze per spaghetti, un sottofondo isolante. Apriscatole, apribottiglie e posate (meglio quelle di casa, che non si piegano). Di carta invece i bicchieri, piatti e tovaglioli. Utili dei contenitori ermetici e una confezione di buste da freezer per conservare i cibi nel frigo.
- vestiario: indumenti pratici e comodi come tute, jeans, giacche a vento;
- pronto soccorso: un set minimo per escoriazioni, punture d’insetti, distorsioni, raffreddore e mal di denti. In caso di bambini a bordo: fermenti lattici, un antibiotico a largo spettro… e un termometro.
- attrezzature sportive: per sci e scarponi, o bici e windsurf, occorre optare per un mezzo dotato di ampi vani di carico. Le bici vanno fissate solidamente al portabici (d’obbligo il cartello per carichi sporgenti) e munite di un valido sistema antifurto.
- attrezzi meccanici: un set per i piccoli interventi o per emergenze lontano da località abitate.
- documenti: sia del veicolo sia quelli personali (compresa l’estensione della copertura mutualistica all’estero), oltre a buone mappe stradali.

Carico, controlli, rifornimenti
Da non trascurare la corretta ripartizione del carico a bordo.
Carico
- Stivare gli oggetti pesanti nelle cassapanche o nei gavoni, in modo da non innalzare il baricentro del mezzo.
- Cibarie ed effetti personali non devono potersi spostare nei pensili o cassetti durante il viaggio.
Pesi
- Non superare il peso complessivo a pieno carico riportato sul libretto di circolazione, effettuando nel dubbio una verifica su una pesa pubblica. In alcuni paesi esteri, e fra questi proprio quelli di transito come Svizzera e Austria, i controlli sono severi; in più si rischia di perdere la copertura assicurativa in caso di sinistro.
- Curare la distribuzione equilibrata dei carichi nei gavoni e nei ripostigli, onde evitare un alleggerimento dell’avantreno o cedimenti dei pneumatici.

Rifornimento carburante
- Seguire personalmente il rifornimento, per scongiurare il rischio che l’addetto alla pompa versi il carburante nel bocchettone di carico dell’acqua.

Concediamoci una sosta
Parcheggi, campeggi, aree attrezzate o sosta in libertà: la soluzione più adeguata viene scelta di volta in volta, con un occhio al comfort e l’altro alla sicurezza per trascorrere notti tranquille.
In sosta
- Evitare i posti che, idilliaci al tramonto, diventino in breve bui e isolati; o le piazze che la mattina ci facciano risvegliare nel mezzo di un mercatino settimanale;
- anziché nascondersi per evitare un rifiuto, cerchiamo l’assenso di un tutore dell’ordine o un cenno di gradimento del vicino esercizio commerciale;
- le aree di servizio autostradali costituiscono una valida alternativa negli spostamenti rapidi;
- valgono anche per il camperista i normali obblighi validi per ogni veicolo e persona civile: non abbandonare rifiuti solidi o liquidi (accertarsi della perfetta tenuta delle valvole di scarico); rispettare la privacy altrui schermando adeguatamente la vista dell’interno del proprio mezzo e tenendo basso il volume degli apparecchi di bordo; non appropriarsi di spazi pubblici adibiti alla sosta con tavolini, sedie e ombrellone;
- lasciare ben chiuso il veicolo, senza oggetti in vista che possano attirare l’attenzione di malintenzionati. I furti vengono portati a termine in pochi minuti: meglio non lasciare oggetti di valore all’interno del mezzo, che comunque resta più al sicuro in un parcheggio custodito;
- occorre assicurarsi sempre che sia inserita una marcia e tirato il freno a mano;
- per verificare che il veicolo sia posizionato in piano si può usare una livella o un bicchiere d’acqua posto sul tavolo;
- verificare che il terreno abbia buona consistenza, per evitare di impantanarsi o far sprofondare le ruote. Nella neve accertarsi che non ci sia una buca nascosta; in caso di pioggia evitare di ritrovarsi nel mezzo di un acquitrino. Una pala pieghevole, ma anche le catene da neve, possono trarre d’impaccio in diverse situazioni critiche.
Nei parcheggi
- Evitare di occupare uno spazio superiore a quello assegnato dalla segnaletica orizzontale, o di invadere con lo sbalzo posteriore il marciapiede (il limite consentito è di 80 cm, purché resti assicurato il transito ai pedoni);
- nelle aree di servizio e parcheggio autostradali è consentito sostare, ma non campeggiare o lasciarvi il mezzo in sosta per più di 24 ore;
- il Codice della Strada sancisce il principio che l’autocaravan è da considerare alla stregua degli altri veicoli, con lo stesso diritto alla sosta, dove consentito. Ciò a condizione che non si pratichi campeggio, ossia che il mezzo poggi sulle proprie ruote (senza far uso di piedini di stazionamento o cunei di livellamento), non occupi la sede stradale in misura eccedente il proprio ingombro (senza gradini, finestre o verande sporgenti), non emetta deflussi se non quelli del propulsore (niente perdite di acque di recupero);
- scarsa comprensione per il turismo itinerante ma anche comportamenti non sempre corretti di appassionati del plein air (come l’occupazione invadente dei parcheggi e lo smaltimento sconsiderato delle acque reflue) hanno indotto alcuni comuni a estendere su tutto il proprio territorio il divieto di campeggio libero, destinando a tale attività precise aree delimitate ove non ci si voglia servire delle locali strutture di campeggio. Rispettare le regole in vigore nelle località che ci ospitano è doveroso, come è opportuno che eventuali contestazioni di illegittimità siano curate dagli idonei organismi rappresentativi secondo le procedure di legge. Meglio preferire quelle località genuinamente ospitali che, spesso prive di strutture turistiche tradizionali, apprezzano le preziose opportunità offerte dal turismo in libertà.
- gli agenti di pubblica sicurezza o i vigili urbani applicano il Codice della Strada o le ordinanze locali: i loro controlli non vanno interpretati come una vessazione personale. Rivolgendosi loro con gentilezza, ci si può attendere disponibilità e aiuto.
In campeggio
Brevi soste in campeggio offrono preziose opportunità:
- sono la soluzione migliore per fare il bucato, un’abbondante doccia e magari una nuotata in piscina
- danno la possibilità di ricaricare le batterie: assicurarsi che fra le dotazioni di bordo sia compreso un cavo per l’allaccio alla colonnina a 220V

Ricordare comunque che:
- prima di entrare nell’area di campeggio, occorre ottenere la registrazione e l’assegnazione della piazzola, anche se le sbarre d’ingresso sono state già abbassate per la notte.
- se si dovesse pernottare nel parcheggio esterno predisposto per gli ospiti in transito, è opportuno regolarizzare comunque l’indomani la propria posizione.
- alla partenza non va dimenticato di ripiegare gli eventuali piedini di stazionamento e di ritirare i documenti.
- non è da scartare, infine, l’eventualità di un tranquillo pernottamento presso un’azienda agrituristica del circuito AgriPleinAir.

Un abitacolo carico di …
Componenti e arredi di bordo studiati appositamente per un abitacolo da viaggio: complicati al primo approccio, rivelano subito la familiarità di quelli domestici.
Come funziona? E’ una delle domande più frequenti che il neofita si pone di fronte a parti componenti e accessori del veicolo che, pur offrendo funzioni simili a quelle degli arredi casalinghi, se ne discostano per certe caratteristiche d’uso.

Componenti…
Porte e serrature
- In viaggio mettere a quella dell’abitacolo la sicura contro aperture accidentali negli spostamenti dei passeggeri.
Gradini d’accesso
- Non dimenticarli mai aperti: una spia luminosa o sonora sul cruscotto avviserà della distrazione.
Finestre
- Scorrevoli o a compasso, agire sul pulsante di sblocco senza forzare la leva di apertura
- Ricorrere a borotalco o glicerina sulle guarnizioni contro il blocco dell’apertura a causa del gelo
- alla partenza, accertare la chiusura di sportelli e finestre, particolarmente quella in mansarda: non è rara la rottura della finestra frontale dimenticata aperta.
Oscuranti-zanzariere
- Manovrare con delicatezza i combinati oscuranti-zanzariere, tenendo premuto il sistema centrale di sbocco durante lo scorrimento verticale nelle cornici.
Oblò
- Gli aeratori a soffitto sono a circolazione continua d’aria: anche se chiusi favoriscono una corretta ventilazione attraverso l’apposita intercapedine.

Arredi…
Tappezzerie e divani
- Proteggerli da asciugamani e costumi bagnati, e dalla sabbia. Non vanno utilizzati all’esterno del mezzo.
 Tavoli
- Sono di diversi tipi, possono scorrere nelle due direzioni e possono essere abbassati per formare un letto.
 Sportelli
- Evitare istintivamente di tirarli con forza a sé: spesso occorre premere o ruotare il pomello.
- Assicurarsi che in viaggio risultino ben chiusi, specie quello del frigo, pena ritrovarsi il pavimento cosparso di oggetti vaganti.

…e servizi
Come si confà ad ogni abitazione confortevole, anche il v.r. ha i suoi elettrodomestici, dei quali tre sono essenziali e presenti in tutte le gamme di allestimenti.
Il frigorifero
- Il suo funzionamento è definito trivalente, in quanto può essere alimentato da tre fonti energetiche diverse (ma sempre separatamente): la riserva di gas di bordo, la corrente 12V (un relè interrompe l’alimentazione allo spegnimento del motore a protezione della batteria) e in campeggio la corrente di rete. Negli apparati più evoluti la scelta dell’alimentazione avviene automaticamente.
La stufa e il boiler
- Accertata la regolare erogazione del gas dalla stabilità della fiamma dei fornelli, l’accensione della stufa si effettua agendo sul termostato che regola la temperatura dell’aria calda e dell’acqua;
- Evitare brusche variazioni termiche: attendere che vada in temperatura prima di farle erogare la massima potenza calorica;
- Le bocchette regolabili della termoventilazione favoriscono la distribuzione omogenea del calore, ed evitano il surriscaldamento della stufa: non porre indumenti ad asciugare davanti le uscite;
- La combustione avviene in una camera perfettamente stagna rispetto all’abitacolo: con prelievo dell’aria comburente all’esterno.
La toilette
Da sottolineare la comodità di un vano toilette spazioso, oggi spesso dotato di angolo doccia separato: nella stagione calda ci si può rinfrescare a bordo senza ricorrere alle strutture dei campeggi.
- Il wc a cassetta ha una ridotta capacità (circa 20 litri, raddoppiabili con un serbatoio di riserva), e va svuotato negli appositi camper service.
La cucina
La cucina in camper richiede:
- Ricette semplici e rapide, e quantitativi che non pongano poi difficili problemi di conservazione delle eccedenze;
- Una pentola a pressione, che può aiutare in molti modi: consente tempi rapidi di cottura, sviluppa meno vapori, e in viaggio costituisce anche un comodo contenitore di sicurezza.
Ciò non significa rinunciare alla buona tavola, che anzi trova continui invitanti suggerimenti nelle specialità tipiche delle diverse regioni che si attraversano. Anche per questo, è consigliabile non eccedere nelle scorte alimentari alla partenza, per non ritrovarsi ad aver fatto semplicemente cambiare aria allo scatolame di casa.

Sogni d’oro
- La tappezzeria dei divani e dei materassi, sui quali ci si stende per dormire, va protetta con lenzuolo e copertina, o meglio con il classico saccoletto;
- I letti di norma sono sempre pronti, se si ha bisogno di ulteriori posti ricavabili dalla dinette farsi spiegare nel dettaglio la loro composizione;
- La mansarda attira immediatamente l’interesse dei più piccoli, che amano il suo ambiente raccolto e anche protetto: assicurarsi che disponga di rete anticadute;
- Un equipaggio non numeroso può sfruttare i posti letto alle estremità della cellula in modo da lasciare sempre a giorno la dinette centrale, pronta per la prima colazione o a disposizione di chi la sera vuole attardarsi;
- Le aperture di serie per la ventilazione continua (alla base della porta d’ingresso, negli oblò a soffitto, ma anche nelle portiere in cabina) assicurano il ricambio essenziale d’aria e non vanno sigillate d’inverno, quando anzi evitano che ristagni la condensa.

L’impianto idrico
E’ governato dalla pompa a pressostato attivata dalla semplice apertura di un rubinetto.
- Se non parte verificare che le arrivi corrente (fusibile sulla centralina integro) e con tensione non eccessivamente bassa (batteria scarica);
- se gira a vuoto, è presente una bolla d’aria (basterà aprire un rubinetto) o può essere esaurita la scorta idrica (controllare le spie di livello serbatoi). In questo secondo caso, attenzione: la pompa che gira a vuoto per lungo tempo può surriscaldarsi e riportare danni.
Per reintegrare la riserva idrica, occorre
- avere a bordo un tubo flessibile con attacco universale (del tipo in gomma a diverso diametro, con fascetta stringitubo), e una tanichetta flessibile per le emergenze.
Riguardo i serbatoi di recupero delle acque grigie:
- controllare spesso il loro livello: un apposito foro “troppopieno” evita l’allagamento del piatto doccia ma può creare situazioni spiacevoli per il diretto sversamento a terra;
-  le acque dei serbatoi di raccolta (sia quelle grigie che quelle nere del wc) nella stagione estiva richiedono di essere trattate con appositi prodotti chimici antifermentativi e deodoranti. In viaggio possono emanare cattivo odore attraverso lo scarico dei lavandini (da tenere ben tappato).

Per il campeggio invernale
- pretendere un veicolo nel quale la distribuzione dell’aria calda rasenti le tubazioni impedendone il gelo: un tratto isolato può ghiacciare, interrompendo il flusso dai rubinetti;
- il liquido antigelo versato nei serbatoi di raccolta evita il blocco delle valvole di scarico;
- una piccola dose di antigelo versata nel lavandino dopo ogni uso evita che il ristagno in un gomito gelando blocchi la condotta di scarico.

L’impianto elettrico
- La corrente a 220V, prelevata dalla colonnina, passa attraverso l’interruttore automatico di sicurezza e raggiunge le prese e il trasformatore-caricabatterie;
- la centralina è munita di fusibili di sicurezza facilmente sostituibili (proteggono dagli eccessivi assorbimenti e da eventuali cortocircuiti);
- l’ordinaria ricarica in marcia compete all’alternatore.
Punti deboli di tale impianto:
- la limitata capacità della batteria di servizio quando non si è collegati a una colonnina di alimentazione elettrica.
La riserva elettrica del v.r. è affidata a due batterie:
- una per l’avviamento del veicolo e per le sue specifiche apparecchiature (fanaleria, tergicristalli, autoradio),
- la seconda per le utenze della cellula abitativa (pompa, luci, boiler, stufa, frigo ecc.).
Questa separazione garantisce l’avvio del motore anche quando uno spensierato consumo elettrico (lampade utilizzate a lungo, televisore) può arrivare a lasciare al buio l’abitacolo.

L’impianto del gas
Il gas è la fonte primaria di energia del veicolo ricreazionale:
- alimenta il frigo trivalente (un dispositivo automatico lo alimenta a 12V solo in marcia);
- consente la preparazione dei cibi;
- alimenta la stufa e il boiler.

Sicurezza
Una termocoppia provvede in ogni utenza a sospendere l’erogazione del gas allo spegnimento accidentale della fiamma.
La scorta di gas è assicurata da bombole di diversa capacità fornite con il veicolo. L’esperienza comunque insegna che:
- in estate una bombola da 10 kg può durare 15/25 giorni;
- in inverno con l’uso della stufa si scende a 3/5 giorni.

Per il campeggio invernale:
- esigere esclusivamente bombole di gas propano (il butano già a -5 gradi gela, o meglio non passa più dallo stato liquido a quello gassoso necessario per le varie utenze di bordo, contro i -35 del propano).

Tutto sotto controllo
La centralina elettrica ci aiuta a tenere sotto controllo utenze e riserve di bordo. Dunque occhio alle indicazioni fornite dalle diverse spie:
- presenza di corrente a 220V, se ci si è collegati correttamente alla colonnina del campeggio;
- spegnimento automatico in sosta della alimentazione a 12V del frigo trivalente, che altrimenti potrebbe scaricare la batteria;
- accensione delle luci e della pompa dell’acqua, da non dimenticare inutilmente inserite;
- livello della riserva idrica e di riempimento dei serbatoi di recupero: non aspettare l’ultimo momento per prendere i dovuti provvedimenti;
- stato di carica delle batterie, specie se si prevede di mantenere la termoventilazione della stufa accesa per la notte.
VEDI TUTTE
News & Offerte

OFFERTA NUOVISSIMO SERVIZIO DI SARTA PER CAMPER

vuoi rifare le tapezzerie del camper prezzi imbattibili

Vi Montiamo un pannello solare da 100 W a soli € 450,00 garanzia 10 anni!!!!

GRAZIE A TUTTI I NOSTRI Clienti che ci faranno visita per il montaggio

SERVIZIO NOLEGGIO, ASSISTENZA 7 GIORNI SU 7 PER QUALSIASI PROBLEMA.!!!!!!!

NON SARETE MAI SOLI, O TRAMITE WhatsApp, oppure chiamando il 3356945330 oppure 3355344392 servizio gratuito

OFFERTA GUIDA ALL'USO DEL CAMPER NUOVISSIMO SERVIZIO € 50,00 chiedete informazioni

Notizie utili da conoscere quando si noleggia o si acquista un camper anche se non lo avete acquistato da noi

OFFERTA CONDIZIONATORE CAMPER TRUMA AVENTA ECO 5 ANNI DI GARANZIA

OFFERTISSIMA € 1.600,00 montaggio incluso

MECCANICA RENAULT AFFIDABILE BASSI CONSUMI SILENZIOSISSIMO

UNICI NEL MONDO DEL CAMPER CON MECCANICA RENAULT

OFFETISSIMA VENDITA VEICOLI FINE NOLEGGIO A PREZZI FOLLI,IN OCCASIONE DELLA FIERA DI PARMA

FIERA DEL CAMPER A PARMA NOI CI SIAMO STAND RIMOR DAL 9 al 17 SETTEMBRE 2017

LAVORA CON NOI, RICERCHIAMO UN GIOVANE CON MANUALITA IN ELETTRONICA

ASSISTENZA CAMPER inviare curruculum video il piu simpatico verrà anche premiato con un simpatico omaggio

Nuovo servizio ripristino fanali INGIALLITI la sicurezza inanzitutto!!!!

PER UNA MAGGIORE VISIBILITA ripristina i fanali ingialliti

"Ottima assistenza e bravissimi nel montaggio accessori!"

Leggi tutto
Delio C.
Richiedi Info
* Nome e Cognome:
* E-mail:
Telefono:
* Indirizzo:
Messaggio:
Campi obbligatori *
Camper House
Via M. Goja, 3 Rimini
Tel. +39 0541/392031 Fax +39 0541/392031
E-mail: info@camperhouse.com
P.Iva 03349850408 Privacy Policy
ORARI DI
APERTURA
DA LUNEDÌ A SABATO
MATTINA: 9.00 - 12.00
POMERIGGIO: 15.00 - 18.30
Credits TITANKA! Spa © 2016